dieta

Kefir di latte: fedele alleato di chi desidera tenersi in forma

In primavera il nostro organismo si prepara a sfruttare tutta l’energia del primo caldo sole. Per ottimizzare le giornate più lunghe e faticose, abbiamo bisogno di proteine e carboidrati, oltre ai sali minerali e alle fibre. L’appetito è sempre in agguato e allo stesso tempo inizia l’ansia di aver preso qualche chilo di troppo. Un valido aiuto ipocalorico e naturale è contenuto dentro al Kefir di latte. I lactobacilli provenienti dal latte fermentato dai fermenti vivi del Kefir, agiscono in modo portentoso sulla salute del nostro organismo.

fermenti-latte-magico-kefir

Mentre gustiamo piacevolmente la nostra porzione quotidiana di Kefir di latte, i lactobacilli agevolano la digestione e l’assorbimento dei nutrienti. Una bella sensazione di sazietà ci aiuta a dosare i pasti di tutta la giornata, evitando eccessi con il sorriso sulle labbra! Dalla colazione allo spuntino, fino all’aperitivo della sera, possiamo inventare infinite ricette per variare il gusto del Kefir di latte. Oggi il mio Kefir denso e compatto, dolce quasi come panna, ha il gusto di un kiwi!
Facile, veloce e senza peccato!
Questa è mia dieta ideale per affrontare con poca spesa la disfida del costume da bagno! 🙂

Dimagrire con il kefir di latte

kefir_dimagrire.jpg

Questa settimana ho deciso di utilizzare di nuovo il Kefir per dimagrire. Non è la prima volta che sostituisco un pasto con una porzione abbondante di kefir di latte, so che per me funziona. Non intendo suggerire a nessuno di emulare le mie scelte ma voglio documentare più correttamente i risultati di questo mio esperimento; continuerò a fare la stessa identica colazione mattutina:
1 litro e mezzo di acqua, un caffè, un cucchiaino di miele di acacia, 200 grammi di kefir di latte e tre biscotti integrali.
A pranzo eviterò la pasta ma la sostituirò con il riso bollito; un secondo leggero con molta verdura di stagione.
Per cena carne o pesce ai ferri, verdura e frutta a volontà e per merenda spuntino ricco col kefir (kefir e caffè, kefir e cerelai, kefir e fragole…). Solo qualche volta sostituirò il pasto col Kefir. In fondo il segreto sta tutto nel diminuire le quantità complessive di cibo mantenendo una buona attività digestiva.
Non voglio soffrire la fame ne raggiungere risultati a breve termine però (con l’arrivo dell’estate imminente) desidero seguire con maggiore disciplina l’obiettivo di stare bene grazie al mio fidato amico Kefir!
In questo periodo il mio kefir è particolarmente gustoso e poco acido, potrò rinunciare facilmente a dolcificarlo col miele.
Che ne pensate…posso farcela?
Nel frattempo vi ricordo che se desiderate cominciare la vostra produzione domestica potete scrivermi a questo indirizzo: gianfa_biola[at]yahoo.it, rispondo a tutti!