dessert

Usare il Kefir di latte come ingrediente nelle ricette per dolci

Il Kefir di latte è un elemento perfetto per creare ricette dolci e salate. Il Kefir mantiene le sue proprietà organolettiche se mangiato a temperatura ambiente o freddo, quando diventa ingrediente per ricette che richiedono la cottura in forno, perde la forza dei batteri ma rimane comunque un ottimo composto a base di latte fermentato. Il Kefir filtrato dal suo siero, può sostituire in parte o completamente la dose di latte o di burro che normalmente viene usata nelle ricette dei dolci. Un chiaro esempio è la ricetta dei muffin con le gocce di cioccolato fondente. Leggete gli ingredienti e le modalità di preparazione nel poster che contiene tutti i dettagli.

muffin-magico-kefir.jpg

 Per iniziare la vostra produzione di Kefir di latte, scrivetemei e avrete maggiori informazioni.

Innamorati del Kefir di latte con pocket coffee

Stare bene in salute con una alimentazione sana e il consumo quotidiano del Kefir di latte è il messaggio positivo che sono qui a darvi.
Con le feste natalizie in arrivo saremo tentati da tanti cibi ricchi di calorie; affrontiamo la digestione con una dose giornaliera del nostro amato elisir a base di latte intero vaccino fermentato dai fermenti vivi del kefir.
Mangiare il Kefir protegge e rinforza anche le difese immunitarie.
Vi aspetto sul Blog Tutto sul kefir di Latte dove troverete ricette, suggerimenti e spiegazioni per gestire i fermenti vivi e trarne il massimo beneficio per la salute di tutta la famiglia.
Un piccolo assaggio degli argomenti trattati in questo ultimo periodo dell’anno:

coffee-kefir-elisir.jpg
  1. Ricette con il Kefir di latte.
  2. Utilizzo del siero del kefir.
  3. Elenco delle affezioni guaribili con il consumo costante di kefir.
  4. Domande e perplessità sul sapore del kefir.
  5. Suggerimenti su come mantenere le proporzioni ideali tra fermenti e latte.
  6. Scegliere il tipo di latte più adatto ad una perfetta fermentazione.
  7. Kefir e gravidanza.

Sono sempre disponibile a donare le mie eccedenze di fermenti vivi del kefir a chi ne fa richiesta.

Il kefir di latte è spalmabile e amabile!

Filtrando tutto il siero che appare chiaramente separato è possibile ottenere dell’ottimo Kefir di latte denso e cremoso. L’aspetto assomiglia decisamente ad uno dei più noti formaggi freschi in commercio ma a differenza di un semplice formaggio, dal consumo quotidiano del Kefir di latte possiamo ricavare infiniti benefici alla salute!

kefir_myblogspalma.jpg

Come potete vedere dalla foto ho aggiunto alla crema densa una spolverata di peperoncino e poche gocce di olio extravergine di oliva. Con una crema di questo tipo ogni spuntino o secondo piatto diventa davvero sfizioso! Il gusto?? Il mio kefir non è affatto acido e quindi è amabile al palato di tutta la famiglia. Se volete i fermenti vivi necessari a produrre questa meraviglia della natura potete scrivermi e vi darò altre indicazioni! Trovate aggiornamenti continui e un bello scambio di commenti anche sul Blog Tutto sul kefir di latte, sono sempre io che gestisco questo argomento su una diversa piattaforma (Blogspot). Intervenite con le vostre esperienze, fate domande se esistono equivoci, seguite anche la FanPage che ho creato su facebook per tutti coloro che vogliono tenersi aggiornati sulle nuove ricette inventate per gustare il Kefir di latte!

Dimagrire con il kefir di latte

kefir_dimagrire.jpg

Questa settimana ho deciso di utilizzare di nuovo il Kefir per dimagrire. Non è la prima volta che sostituisco un pasto con una porzione abbondante di kefir di latte, so che per me funziona. Non intendo suggerire a nessuno di emulare le mie scelte ma voglio documentare più correttamente i risultati di questo mio esperimento; continuerò a fare la stessa identica colazione mattutina:
1 litro e mezzo di acqua, un caffè, un cucchiaino di miele di acacia, 200 grammi di kefir di latte e tre biscotti integrali.
A pranzo eviterò la pasta ma la sostituirò con il riso bollito; un secondo leggero con molta verdura di stagione.
Per cena carne o pesce ai ferri, verdura e frutta a volontà e per merenda spuntino ricco col kefir (kefir e caffè, kefir e cerelai, kefir e fragole…). Solo qualche volta sostituirò il pasto col Kefir. In fondo il segreto sta tutto nel diminuire le quantità complessive di cibo mantenendo una buona attività digestiva.
Non voglio soffrire la fame ne raggiungere risultati a breve termine però (con l’arrivo dell’estate imminente) desidero seguire con maggiore disciplina l’obiettivo di stare bene grazie al mio fidato amico Kefir!
In questo periodo il mio kefir è particolarmente gustoso e poco acido, potrò rinunciare facilmente a dolcificarlo col miele.
Che ne pensate…posso farcela?
Nel frattempo vi ricordo che se desiderate cominciare la vostra produzione domestica potete scrivermi a questo indirizzo: gianfa_biola[at]yahoo.it, rispondo a tutti!

Esperimenti di sopravvivenza del kefir

 

gigantekefir.jpg

Oggi pomeriggio ho ricevuto questa entusiastica mail da una delle prime persone ad aver avuto i miei fermenti, leggete cosa mi racconta:
-“ho una notizia bomba: il kefir fa anche in frigo!
ho provato a metterlo in frigo anzichè a temperatura ambiente per farlo venire meno acido e…
prova!!! prova tu e dimmi cosa succede!!
a me viene davvero moooolto meno acido e con pochissimo siero, quasi nulla, e con un ottimo sapore!
se vuoi, ti prego di verificare quanto ti scrivo e inserire la notizia nel tuo blog, questo kefir è eccezionale! mi meraviglia ogni giorno che passa..
a differenza dello yogurt che si fa a temperatura di 41 gradi, questo kefir si forma anche in frigo ed è davvero buono!”

Per completezza aggiungo la mia risposta:

-“Sono quasi un po’ gelosa degli esperimenti che sei stato in grado di fare con pochi granuli! Hai visto nel mio blog le foto che ho scattato ai fermenti di questi giorni?? Sono di nuovo mostruosamente grandi! I tuoi sono cresciuti così?? Però chissà come si sarebbero trovati chiusi nel sacchetto? Forse avrebbero avuto un maggiore peso specifico…non lo so…!
In frigo metto subito almeno due dei miei vasi…ho aumentato la produzione per paura di non riuscire ad accontentare tutti invece dopo il terremoto si sono fermate bruscamente le richieste…sarà un caso?
Comunque secondo me gli ha fatto bene stare nel latte intero fresco…erano anni che non lo usavo e stupisce anche me che non sia affatto acido!
Userò la mail per il blog…forse le persone hanno creduto che anche io sono una sfollata….praticamente quasi nessuno ha idea di dove si trovi macerata!!! Le ho sentite le scosse ma sono nelle marche…abbastanza lontana dall’epicentro…e non dirmi che credi allo spostamento verso nord dello sciame sismico!!
A presto e grazie per le tue novità!”

A stretto giro di posta…(che bella espressione questa, vero??)…ho ricevuto una nuova mail dallo stesso amico:

-“eh dai, non essere gelosa dei fratellini kefir.. 🙂
scherzo, ma questi fermenti sono eccezionali davvero..
tra l’altro questa cosa, cioè di metterli in frigo, risolverebbe anche un problema che si verificherà con le vacanze estive: mettendo cioè i fermenti di kefir in frigo ho visto che anche per qualche giorno non è necessario cambiare il latte (sto facendo numerosi esperimenti, sempre però salvaguardando i fermenti..), magari anche per una settimana..
inoltre il rendimento è maggiore perchè non si forma il siero;
ho inoltre notato che il kefir conservato in frigo per qualche giorno (una settimana-dieci giorni) diventa meno acido..
inutile dirti che ne produco così tanto che ormai faccio torte e plumkake a go-go!
*******************************************************
Posso spedire tranquillamente a chi ne fa richiesta, mandatemi una mail a gianfa_biola[at]yahoo.it (l’unico indirizzo valido per un primo contatto)  e fatemi sapere se questi fermenti giganti vi interessano!
Alla prossima.

La grandezza dei fermenti del kefir

kefir_fermentigrandi.jpg

Ho fotografato i fermenti del mio kefir in questi giorni. Sono davvero sorpresa io stessa di vederli così grandi e corposi. Di solito fino a che la stagione non è molto calda non si sviluppano in questo modo. Probabilmente si tratta dell’effetto dovuto alla mia scelta di creare il kefir attraverso l’uso del latte intero fresco. Normalmente li immergo nel latte intero a lunga conservazione ma ho acquistato qualche confezione di quello fresco perchè volevo controllare l’andamento del sapore sempre meno acido del prodotto del kefir.  Un sapore ottimo, quasi come il mascarpone…ma mi sembrava strano!
In pochi giorni i fermenti sono triplicati e il sapore è tornato acidulo. Si è formato anche lo strato giallastro in superfice…quello emana un odore pungente e sgradevole! L’ho tolto con il cucchiaio e ho filtrato il rimanente composto.
Penso che tornerò al latte intero a lunga conservazione; non c’è niente da fare…lo preferisco meno acido anche a costo di ritornare ai fermenti di pezzatura minuscola.
Come vi ho raccontato altre volte la grandezza dei fermenti varia in modo inspiegabile; insomma…quasi inspiegabile, certamente l’uso del latte fresco ha un suo ruolo fondamentale, ora ne ho la prova!
E voi avete a casa i fermenti così grandi? Io li ho spediti piccolini…vi sono cresciuti? Sono curiosa di sapere, lasciatemi un commento o scrivetemi in privato!
Alla prossima

Buona Pasqua con il kefir

auguripasqua.jpg

Tra pochi giorni festeggeremo la Pasqua e avremo più tempo da dedicare ad esperimenti e ricette con il nostro kefir di latte.
Sarà un’ottima occasione per offrire ad amici e parenti un assaggio del dessert creato con il denso composto.
Le ricette che potete preparare sono molteplici, usate la fantasia e dolcificate il kefir senza pensare alla dieta!
Potete disporre nelle coppette della macedonia alcune cucchiaiate di kefir denso e sopra pochi chicchi di riso soffiato;
oppure potete aggiungere qualche fragola e una spruzzata di amarena rossa per colorare e zuccherare….
Vi sentirete dire: si buono si…ma quanta pazienza ci vuole per produrre questo elisir in casa?
Mi piacerebbe sapere le vostre risposte…la mia risposta è sempre la stessa:

“A me piace troppo e poi fa bene, ogni minuto speso nella preparazione è tempo speso bene e poi questo prodotto non si trova al supermercato…quindi sono fortunata ad avere i fermenti!”

Buona Pasqua a chi possiede il kefir di latte e a chi sta pensando di chiedermi un po’ dei miei fermenti per iniziare la propria produzione
domestica…..ciao!